La Bottiglia del Gusto firmata Giugiaro

La Bottiglia del Gusto firmata Giugiaro

Sono 30 anni che l’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena si veste con “gusto” grazie al famoso designer italiano Giorgetto Giugiaro.

Gli anni sono tanti ma questo prodotto unico dell’eccellenza modenese continua, grazie alla sua speciale e riconoscibile bottiglietta, a trasmettere classe ed innovazione in tutto il mondo.

La Bottiglia disegnata da Giugiaro per l’Aceto Balsamico di modena.

La bottiglia si presenta come un’ampolla a forma sferica con base rettangolare in vetro massiccio, le cui facciate sono riservate all’etichetta del Consorzio e al marchio del produttore ed è sigillata da un contrassegno numerato con il logo della D.O.P. che certifica la filiera produttiva, nonché l’elevato standard dei parametri organolettici.

Questa caratteristica bottiglia è obbligatoria per tutti i produttori, come previsto dalle Norme del Disciplinare di Produzione ed essendo l’unica concessa per l’imbottigliamento e la commercializzazione è diventata ormai un simbolo modenese immediatamente riconoscibile.

In un’intervista a riguardo della sua balsamica creazione, il designer commenta:

Intervistatore: “Lei ha disegnato una splendida boccetta per l’aceto balsamico tradizionale di Modena basata su una sfera e un cubo. Oppure una bottiglia sciroppo di menta come un parallelepipedo. Come ha scelto queste forme geometriche così iconiche?”

Giugiaro: “Noi siamo organismi dotati di una percezione inconscia e tutte le cose entrano in noi anche senza che ce ne accorgiamo, pure quando siamo distratti. La menta è una cosa fredda. Ebbene, qui il freddo lo sente già con gli occhi, lo può “prendere” con le mani. L’aceto balsamico invece non è un liquido freddo, ma caldo e suadente, ed ecco la sua boccia, dolce e soave. Ci sono mille cose nascoste in questi disegni. Io parto dalla funzionalità, ma devo comunicare attraverso una forma. Parto dalla logica, per trovare un’estetica; la logica della funzionalità.”

(Expo net di Stefano Carnazzi 2015)